poesia dei matti

restago

nella poesia dei matti

mi ci trovo

sconosciuto e sincero

lungo gli argini di un fiume

a guardare

un grande amore finire,

tutto è irrequieto

improbabile

personaggi di un presepe

ancora da focalizzare

e le tue calze a rete

e la gonna corta per desiderare,

fuori dal negozio dei sogni una fila di scrittori

che si beano

e si vantano di libri stampati

ma mai venduti

mentre io scrivo qui

i pruriti e gli orgasmi privati di un vecchio ai lati.

View original post

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Crea il tuo sito web con WordPress.com
Crea il tuo sito
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: